Wong Fei HungNato in Huaxian nel Guangdong (Kwantung). Si credeva che egli fosse un lontano discendente reale, infatti uno dei suoi avi era il Principe Liang (di nome Zhu Wenzhong), il quindicesimo figlio dell’Imperatore Ming Chong Zeng. Dopo la caduta della dinastia ming, Zhu cambiò il suo nome in ‘Hong’ così come un omaggio all’Imperatore Qing Hong Wu – per sfuggire alla persecuzione delle nuove autorità Qing.

Hong Xiguan è stato uno dei pochi sopravvissuti all’incendio del monastero di Shaolin del Fujian*. Secondo una storia, egli è sopravvissuto alla catastrofe andando a nascondersi dentro una soffitta, e da quel luogo ha continuato la sua rivoluzionaria attività. La sua perseverante fuga dalle autorità Qing si concluse con la sua cattura a Hauxian, dove egli era sposato con una donna di nome Liu Yingchun, ed aveva un figlio Hong Wenting. Indipendentemente dall’istruzione in arti marziali data al proprio figlio, egli prese inoltre come suoi studenti Luo Xiaojuan, Zhou Renjie e Hu Zhibiao (il figlio di Hu Huiqian). Quando sua moglie morì, egli si risposò; la sua seconda moglie si chiamava Fang Yongchun**, la nipote di Fang Shiyu. Hong fondò un proprio stile di combattimento, conosciuto come “Pugno di Hong” (Hongjia Quan o Cant. Hung Gar Kuen), il quale includeva lefamose tecniche di braccia della tigre e della gru.

La leggenda dice che Hong è vissuto fino all’età di 93 anni, nei primi anni dell’Imperatore Dao Guang (il quale accettò il trono nel 1821). Egli morì durante un combattimento, con una giovane ragazza la quale usò un colpo di pugno chiamato l’ “Occhio della Fenice” (Fengyan Quan) colpo che prese Hong alla sprovvista. Indipendentemente dall’essere maestro di vari stili di combattimento a mani nude, Hong era inoltre esperto di tecniche di bastone di Shaolin.

* Egli studiò sotto il monaco di Shaolin Zhi Shan (Cant. Ji Sin).
** Fang Yongchun era nata in Zhaoxing in Guangdong. Essa non va confusa con la monaca Yongchun, chiamata anche ‘La terza signora di Yongchun’ (Cant. Wing Chun), e neppure con Fang Qiniang, la quale fondò lo stile della Gru Bianca. Le tecniche della Gru erano già parte dello stile dei cinque animali di Shaolin che Hong Xiguan studiò nel monastero di Shaolin in Fujian.